Mollia

Il territorio

Mollia è uno dei paesi più caratteristici e ricchi della Valsesia. Diceva bene il don Ravelli, quando la descriveva come “…un paesetto temerario che ha sfidato la collera della montagna e si è posto lì quasi sulla via delle valanghe, come un monello imprudente che si fa sberleffi del pericolo”.
La sua è una bellezza che sa di antico, di tradizioni locali, di perfetta simbiosi tra i ritmi dell’uomo e della natura.

L’asperità del paesaggio si sfuma tra i tetti in beole delle case, rendendosi adatto a quanti vogliano godere dell’ambiente montano grazie alle numerose possibilità di praticare sport, di conoscere produzioni artigianali mai dimenticate e gustare i prodotti dell’azienda agricola casearia locale.

Tra le belle e numerose frazioni immerse nel verde, collegate da piacevoli sentieri boschivi, si trovano deliziose cappellette votive, lacerti di affreschi, meridiane o decorazioni a trompe l’oeil.
All’ingresso del paese è stata riposizionata una pësta (frantoio o macina): tutti i paesi ne erano dotati, unitamente a forni e mulini, specialmente a partire dal ‘600 e, di solito, queste macchine erano sistemate vicine al fiume o a un torrente per poterne sfruttare la forza idraulica. Grazie a macchine idrauliche come la pesta venivano prodotti soprattutto cibo (ad esempio farine da pane oppure olio di noci) e tessuti (dai semi della canapa).
In centro al paese è possibile visitare un’esposizione privata di artigianato tipico locale nel quale si trova un ricco repertorio di documenti, fotografie, oggetti e strumenti di lavoro in uso nei secoli scorsi, non solo a Mollia ma in tutto il territorio valsesiano.
Il vero gioiello del paese è però il Mulino-fucina, un sito inserito nel circuito dell’Ecomuseo della Valsesia. Il Mulino, costruito in pietra e legno, è un luogo che vale tutta l’attesa di un viaggio ed è l’orgoglio degli abitanti del paese.
L’elegante Via Crucis, la chiesa parrocchiale, le piccole cappelle e gli aggraziati oratori che punteggiano il paese e le frazioni circostanti offrono uno sguardo d’insieme sulla devozione popolare e sulla ricchezza del patrimonio artistico locale.

Scheda Tecnica

PROGRAMMA INDICATIVO (Full Day)

  • Ritrovo con la Guida a Varallo; proseguimento per Mollia
  • Visita del centro del paese: chiesa parrocchiale, Via Crucis, Pësta dal mulinèri
  • Esposizione Cafè della Mostra
  • Pranzo
  • Salita in frazione e visita del Mulino
  • Tempo libero a disposizione

TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE:

  • Tipologia di interesse: culturale, storico, artistico, ambientale
  • Difficoltà: (T) Semplice
  • Accesso ai disabili: PARZIALE (visita al Mulino non accessibile a disabili)
  • Periodo: tutto l’anno

Da non perdere

È un vero gioiello ingegneristico del ‘600: si tratta di una vera e propria “fabbrica” idraulica che funziona grazie ad una una grande ruota (2 m di diametro) azionata dall’acqua proveniente dal rio adiacente ed incanalata in una vecchia rùggia (roggia, canale) in pietra.
L’opificio si struttura su quattro livelli, ognuno dei quali ospita al suo interno diversi ambienti e attività produttive.

Visita la pagina dedicata al Mulino per scoprire di più e programmare la visita.

Il visitatore che scelga di visitare Mollia non può rinunciare al complesso artistico più significativo: la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista e la sua Via Crucis.
La chiesa attuale, terminata entro il 1741, fu edificata in forme semplici ma eleganti. Le decorazioni seguono il gusto tardo barocco e rococò. Pregevoli gli affreschi interni, firmati da Carlo Borsetti e Giovanni Antonio Orgiazzi “il Vecchio”, oltre ad alcune opere lignee. All’esterno la chiesa è abbracciata dalla particolare Via Crucis (1756-73) realizzata da maestranze locali ed affrescata dal grande maestro di Cellio Lorenzo Peracino e dal figlio, Giovanni Battista. La struttura, di grande impatto scenografico, è unica nel suo genere in tutta la Valsesia.

Costi

Ingresso Mulino: € 5,00 a persona (comprende visita guidata)
Ingresso Cafè della Mostra: offerta libera

Informazioni soggette a variazioni annuali

Gli itinerari sono organizzati in collaborazione con Itinerantes, Guide turistiche e ambientali per la Valsesia e l’Alto Piemonte
377.46.54.982 – info@itinerantes.it

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password