Pittoresca Campertogno – Il Sentiero dell’Arte

Si tratta di una delle passeggiate più affascinanti: in pochissimo tempo si passa dal centro abitato ad un mondo alpestre parallelo. Il suo Sentiero dell’Arte conduce all’Alpe Cangello attraversando un ambiente variegato e bello in tutte le stagioni. Campertogno è una delle comunità più antiche della medio-alta Val Grande. L’armonico paesino è punteggiato da dieci frazioni e undici alpeggi. Possiede mete di grande interesse storico – artistico come la maestosa chiesa di San Giacomo Maggiore e il Museo di arte sacra: la chiesa, barocca, venne ampliata nel ‘700 rifacendosi ad un progetto di Juvarra elaborato da Vittone. Nel vicino Oratorio di Santa Marta trovano posto alcune delle opere scultoree in legno più belle del territorio, il bel Teatro risale al 1900.

Scheda Tecnica

Partenza: Campertogno, fraz. Tetti (827 m)
Arrivo: Cangello (1.364 m)
Dislivello: 537 m
Difficoltà: E
Durata: 0,45 ore
Stagionalità: tutto l’anno.
Segnavia: n°78
Cosa serve: Attrezzatura da media montagna

Campertogno
Campertogno

Da non perdere

Il santuario è un edificio isolato ubicato sulla sponda destra orografica del fiume Sesia e si raggiunge dalla frazione Tetti attraverso il sentiero CAI n.78 in venti minuti di cammino.
Il piccolo santuario è oggi detto Madonna del Callone, o “grosso callo”, per indicare lo spuntone di roccia su cui sorge la chiesa.  Fu edificato tra l’anno 1500 e l’anno 1512 come ex voto per scampato pericolo da epidemie.
Vennero poi costruite: una cappella laterale dedicata all’Assunta, una tribuna, un campanile con piccola guglia e un piccolo ospizio adiacente alla chiesa. Facciata e interni affrescati nel 1848 dai fratelli Avondo.

Tra il 1843 e il 1845 vengono costruite quindici cappelle lungo la mulattiera che porta al santuario, rappresentanti i quindici misteri della vita della Madonna, affrescate dai fratelli Avondo, in esecuzione al legato di Giuseppe della Bianca (1826).

Gli itinerari sono organizzati in collaborazione con Itinerantes, Guide turistiche e ambientali per la Valsesia e l’Alto Piemonte

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password