SACRO MONTE DI VARALLO

Il Sacro Monte di Varallo sorge sulla sommità di uno sperone roccioso immerso tra il verde dei boschi che circondano la città.
Si tratta del più antico Sacro Monte dei nove edificati tra Piemonte e Lombardia. Composto da 44 cappelle e una Basilica,  appare come una vera e propria cittadella fortificata cinta da mura e caratterizzata da vie, piazze, palazzi e giardini. All’interno delle cappelle statue e dipinti danno forma e voce “qui e ora” al percorso che narra la Vita, la Passione e la Morte di Gesù, dall’Annunciazione all’Assunzione di Maria.

Più di 800 sculture in legno o terracotta policroma a dimensione naturale e più di tremila affreschi formano quello che Giovanni Testori, il poeta del Sacro Monte, chiamerà “Gran Teatro Montano”.
Il complesso monumentale venne ideato, insieme alla chiesa e al convento di Santa Maria delle Grazie, dal frate francescano Bernardino Caimi verso la fine del XV secolo. Il Caimi, già custode dei Sacri Luoghi d’Oriente, volle realizzare una “Nuova Gerusalemme” per consentire ai fedeli di vivere la spiritualità del pellegrinaggio in Terrasanta ripercorrendone fedelmente i luoghi simbolici.

Le sue idee trovarono felice concretizzazione, a partire dal primo Cinquecento, grazie alle straordinarie capacità narrative e comunicative di Gaudenzio Ferrari, pittore, scultore e architetto.
Nel corso dei secoli successivi prenderà forma il Sacro Monte così come lo conosciamo oggi grazie all’intervento di numerosi grandi artigiani ed artisti come Giovanni D’Enrico, Tanzio da Varallo, Morazzone, Luini, Gianoli, Ceranino, i Bussola, Gilardi e altri ancora.
I lavori, iniziati nel 1491, terminarono nel 1896.

Il Sacro Monte è proprietà del Comune di Varallo (Amministrazione Civile del Sacro Monte) e dal luglio del 2003 è stato riconosciuto come bene di interesse mondiale tutelato dall’UNESCO. Nel 1980 la Regione Piemonte ha istituito un’area protetta denominata “Riserva Naturale Speciale” per salvaguardare le caratteristiche ambientali e paesaggistiche del Sacro Monte, dal quale si domina tutta la bassa Valsesia fino al Monte Fenera e, verso nord-ovest, il massiccio del Monte Rosa.

Nel 2012 la Regione Piemonte ha affidato il complesso varallese all’Ente di Gestione dei Sacri Monti che amministra i sette Sacri Monti del Piemonte: Belmonte, Crea, Domodossola, Ghiffa, Oropa, Orta e Varallo e che opera per conservare e mantenere i complessi storici-artistici e ambientali di tutti i siti.
La visita del Complesso è un’esperienza che non può proprio mancare a quanti scelgano di raggiungere Varallo.

Un percorso emozionante, immerso in ambienti belli da osservare e da vivere in tutte le stagioni.

ORARI FUNIVIA

Dal lunedì al venerdì: 9.00 – 18.00
Sabato, domenica e festivi: 9.00 – 19.00

PREZZI FUNIVIA

NON residenti nel Comune di Varallo
– biglietto andata e ritorno € 5,00 a persona
– comitive € 4,00 a persona
– biglietto solo andata o solo ritorno € 3,00 a persona
RESIDENTI nel comune di Varallo
– andata e ritorno € 2,00 a persona
– solo andata o solo ritorno € 1,50 a persona

AUTOBUS

Z.T. L del Sacro Monte di Varallo € 250,00.
– riduzione a € 150,00 per autobus con passeggeri che prenotino e consumino un pasto in un Ristorante di Varallo.
– riduzione a € 50,00 per autobus con passeggeri che pernottino al Sacro Monte.

CASA DELLE GUIDE

Servizio informazioni e visite guidate

Il punto di accoglienza e informazioni turistiche è gestito da Guide Turistiche ed Ambientali professioniste. Si trova al Sacro Monte, vicino alla Porta Maggiore del complesso.

Apertura dalle ore 10.00 alle ore 18.00 sabato, domenica e festività

Visite guidate ore 11.00 e ore 15.00

Le Guide Turistiche sono sempre a disposizione anche oltre gli orari già fissati.

Contatti

Tel. (+39) 377.46.54.982
Email: guidesacromontevarallo@gmail.com
Web: www.sacromontedivarallo.com

 

Galleria fotografica

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password