L’ORATORIO DI SAN PANTALEONE

In frazione Oro, sull’antica strada di congiunzione con Rossa, si trova uno degli oratori più riccamente affrescati del territorio bocciolettese. Dedicato al santo venerato come il “medico del popolo” fu consacrato entro il 1477 ed è la più antica presenza religiosa sul territorio frazionale. Si tratta di un piccolo edificio a pianta quadrata situato al basamento di una splendida casa in pietra e in legno nella parte superiore (da notare la classica composizione a “blockbau” tipico delle case Walser).

Il ciclo di affreschi custoditi all’interno lascia stupefatti. Furono eseguiti verso il 1476 dalla bottega dei De Campo, pittori di origine novarese ma molto attivi in Valsesia. Un grande rilievo assumono gli episodi dell’agiografia della Beata Panacea, considerata patrona della Valsesia, dipinti nella parete destra: la distribuzione del pane ai poveri, il martirio per mano della matrigna nei pressi della chiesa di San Giovanni al Monte, le esequie con il traino del corpo su un carro di buoi verso Ghemme, paese natale della madre naturale. Sono le rappresentazioni più antiche della pastorella quaronese, benchè risalenti a quasi un secolo dalla sua morte, avvenuta presumibilmente nel 1383.

Tra le altre rappresentazioni presenti si distinguono: nella grande volta a botte, l’immagine del “Cristo Pantocratore”, ossia salvifico, inscritto nella mandorla iridata medievale, circondato dagli animali antropomorfi simbolo dei quattro Evangelisti; nella parte bassa dell’abside si riconoscono, anche se con una certa fatica, le immagini dei dodici Apostoli; nella conca absidale sta una bellissima Incoronazione della Vergine, sovrastata da leggiadri cori angelici intenti a musicare con strumenti graziosi e popolari come la ghironda, la zampogna, la lira, il liuto etc..; nell’arcone trionfale l’immagine della Pietà e, sotto, dell’Annunciazione. Nella restante campitura muraria si osservano San Gregorio mentre celebra la Santa Messa; l’immagine di San Pantaleone, dedicatario dell’oratorio, in posizione centrale; la Vergine con il bimbo Gesù in braccio e una “Vergine del Latte”; San Sebastiano.

Oratorio di San Pantaleone
SOPRA: L’oratorio di San Pantaleone in frazione Oro

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

X