DON FLORINDO PIOLO (1898 – 1973)

Don Florindo, originario di Serravalle, si diplomò maestro nel 1919 e fu ordinato sacerdote nel 1923.
Amatissimo dai suoi concittadini, don Florindo diede prova di grande filantropia. Riuscì a creare una Casa di Riposo, inaugurata nel 1942 e in seguito a lui intitolata (2007), e il Museo di Storia, d’Arte e d’Antichità (1960). Fu anche scrittore, storico e ricercatore.

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale don Florindo partì per Pescantina (VR) dove prese parte alla Missione Pontificia incaricata di accogliere i reduci e gli scampati dai lager.
Rientrato in valle esercitò come maestro a Bettole di Borgosesia e a Quarona. Negli ultimi anni fu parroco a Isolella di Borgosesia.

Il proverbiale amore popolare che ancora lo circonda narra di una personalità originale, ma anche burbera, sicuramente di grande generosità: un sacerdote fra la gente e con la gente. Uno degli aneddoti più simpatici lo vuole viaggiatore solo grazie all’ausilio dell’autostop (si metteva in strada e semplicemente fermava le auto chiedendo un passaggio).

SOPRA: Don Florindo negli ultimi anni di sacerdozio a Isolella (fraz. di Borgosesia).

Il Museo di Storia, d’Arte e d’Antichità di Serravalle

L’esposizione, ideata da don Florindo, fu inizialmente sistemata da lui stesso nel piano terra del Castello degli Avondo. Si articola in quattro sale nelle quali sono visibili reperti archeologici d’epoca romana, ricordi e oggetti d’uso sacro e d’uso comune, una articolata raccolta di dipinti e un interessante archivio di manoscritti, stampe e documenti anche relativi a Serravalle.
L’intento di don Florindo era, come comprensibile, quello di raccogliere materiali da tramandare ai posteri per non disperdere tradizioni, conoscenze, usi e consuetudini della comunità di Serravalle e della zona circostante.
Il Museo è entrato a far parte delle proprietà della curia vescovile di Vercelli.

Al momento non è visitabile.

Maggiori info

Tel. 0163.45.91.25
Email: segreteria.serravalle.sesia@reteunitaria.piemonte.it

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Content is protected !!
X