Itinerari enogastronomici

Le persone che amano il buon cibo e l’ottimo vino scelgono sempre più di frequente la Valsesia. Le eccellenze enogastronomiche derivano da una lunga tradizione di semplicità unita ad ingredienti genuini.
Chi ancora non conosce le nostre Miacce o le nostre Tome? Mai degustato un buon nebbiolo Gattinara?
Se tutto questo ancora manca nel vostro repertorio di golosità non resta che mettervi in viaggio per raggiungerci… Ne resterete sicuramente conquistati!
Vi proponiamo una serie di itinerari ideali grazie ai quali viaggiare per conoscere il cibo e i sapori della montagna.

  • A chi è adatto l’itinerario? Agli estimatori del genere senza tralasciare famiglie e gruppi. Il percorso raggiunge punti molto caratteristici del territorio e offre la possibilità di visitarne alcuni meno frequentati. Se scegliete di avvalervi dell’esperienza di una Guida Turistica abilitata le visite saranno calibrate in base alle preferenze espresse in fase di organizzazione del tour.
  • Per quante persone? Per la tipologia di percorso consigliamo di creare gruppi piccoli (fino a 20/25 persone).
  • Durata media. La proposta è pensata per due giorni. Crediamo che questo tempo sia ottimale per gustare appieno le particolarità della cultura enogastronomica valsesiana, che si sposa con l’ambiente e con la sapienza di generazioni di contadini.
  • Organizzazione Logistica. Clicca QUI per chiedere informazioni aggiuntive, organizzare il transito di pullman e navette, conoscere aree attrezzate per i camper o la dislocazione dei parcheggi, chiedere permessi (anche sportivi), formulare preventivi etcSaremo felici di aiutarti e consigliarti al meglio.

La tavola valsesiana: dagli alpeggi della Toma alle colline del vino...

Degustazioni, dimostrazioni e menu a base di preparazioni tipiche: tra un boccone e un brindisi si potrà conoscere un gran territorio, ricco di tradizione e storia
Gli itinerari dedicati al gusto esplorano i sapori legati all’ambiente alpino e prealpino che hanno dato vita a ricette semplici, gustose e per questo uniche.
Dai prodotti del bosco (castagne, noci, bacche come mirtilli e lamponi) alle erbette passando per le verdure dell’orto (porri, rape, verze, patate) e al riso (utilizzato nella parte più bassa della valle, aperta alle pianure) fino ai prodotti dell’allevamento, senza tralasciare vini, grappe e birre, la cucina odierna è il risultato della fusione, piuttosto tardiva, tra la tradizione gastronomica Walser e quella autoctona.

Proposte di itinerario

Il Re della tavola: il Formaggio Toma

Il Re della tavola: il Formaggio TomaDa Varallo ad Alagna I produttori caseari sono il punto di forza del territorio. “Toma” è un nome emblematico della tradizione casearia piemontese, tanto...

Scopri di più

Il Vino Nebbiolo DOCG

Il Vino Nebbiolo DOCGDistesa tra la Baraggia e le colline, Gattinara è la città dell’Uva Gattinara è un borgo popolato sin dall'epoca golasecchiana (V secolo a.C.) e dimostra la sua...

Scopri di più

La regina della tavola: la Miaccia

La regina della tavola: la MiacciaUna tradizione secolare di semplice bontà... Per i valsesiani dire Miaccia significa dire casa, montagna, focolare, tradizione. Si tratta di una preparazione molto amata e...

Scopri di più

Miele Valsesia

Miele ValsesiaApicultura e produzione di Miele L’Apicoltura in Valsesia ha tradizioni antichissime ed era già praticata dalle genti Walser almeno a partire dal Seicento. Fu il varallese Giacomo Bertoli ad...

Scopri di più

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Content is protected !!
X