Pila

Nome dialettale / Origin name: Pila
Superficie / Surface: 8,70 kmq
Altezza / Height: 686 m
Abitanti / People: Pilesi
Festa patronale / Patronal festival: 29 Giugno, San Pietro

Un paesino tranquillo nel quale trovare tutta l’amenità della vita scandita dai ritmi alpestri, adagiato ai piedi del turrito monte Castello. Citato per la prima volta in un documento del 1217 è uno dei comuni più piccoli della Valsesia

Territorio

Riparata dal Monte Castello (1.806 m), Pila è uno dei comuni più piccoli della Valsesia. Come per tutti i centri di fondovalle, la porzione di territorio che viene costeggiato dalla strada provinciale è solo una piccola parte del paese: esso, infatti, si estende nelle vallette circostanti in una serie di ridenti alpeggi, echi della vita contadina e aspra che ne caratterizza i profili ambientali e i segni etnografici. Le numerose case antiche presenti nel centro storico sono particolarmente aggraziate, tutte costruite in pietra e legno e dotate di eleganti balconi e loggiati, alcune contraddistinte da scalinate in pietra, piccoli camini.
Gli appartengono due frazioni: Failungo inferiore e Micciolo.
Il paese viene citato per la prima volta in un documento del 1217. Il suo nome deriva, probabilmente, dal latino “pila”, un termine usato per indicare le gole di montagna.

Arte e Cultura

Passeggiando tra le viuzze del paese si può attraversare il massiccio ponte medioevale, di collegamento con la sponda destra del fiume Sesia, dove è ancora visibile la guardiola dei soldati che presidiavano il passaggio ai tempi della suddivisione territoriale tra l’Impero francese e la Repubblica Cisalpina.
Tra le bellezze artistiche spicca la chiesa parrocchiale di san Pietro: al suo interno si conservano alcuni affreschi del Quattrocento e antichi arredi lignei. Interessante la chiesa di sant’Antonio, con affreschi del Seicento e del tardo Quattrocento, e l’oratorio di santa Caterina (loc. Failungo inferiore) anch’esso preziosamente affrescato.

Sport

Il trekking è l’attività principale da praticare sul territorio. Il bel sentiero che arriva in alcune piccole frazioni – Micciolo, Villabella, Casarolo, Castello (1.793 m), percorribile tutto l’anno, si affianca alle ascensioni verso il Monte Ovago (1.754 m), il Monte Castello (1.806 m) e la Cima dell’Ometto (1.912 m).
La pesca sportiva è praticabile grazie alla riserva ittica del fiume Sesia per il tratto che va da Campertogno a Pila.

Curiosità

Visse nella piccola frazione di Micciolo il grande artista del legno Alessandro Gilardi (1826 – 1906). L’esterno della casa, costruita nel 1582, è ancora visibile ed è stata recentemente restaurata: si tratta di una casa dalle linee tradizionali costruita in pietra e legno, ritmata all’esterno da un elegante loggiato.

Da non perdere

CHIESA PARROCCHIALE

Insieme alle piccole chiese delle frazioni vicine conserva dei bellissimi affreschi realizzati tra XV e XVII secolo


PONTE MEDIEVALE

Con una tradizionale struttura in sasso e la guardiola usata durante il periodo di dominazione napoleonica


TREKKING

Gradevoli passeggiate verso le frazioni o il Monte Castello (1.806 m)

Chiesa parrocchiale
via Roma
Orari sante Messe: domenica ore 8.00
Tel: 0163.71.140

Comune di Pila
Via Roma, 19 – 13020 Pila (VC)
Tel. (+39) 0163.71.327
Email: pila@ruparpiemonte.it

Galleria fotografica

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

error: Content is protected !!
X